28
Giu

L’origine del logo di Milano 2018

L’idea del logo per gli ISU World Figure Skating Championships® Milano 2018 trae ispirazione dai cosiddetti nodi vinciani. Si tratta di un motivo decorativo molto complesso che Leonardo da Vinci, un artista fondamentale per Milano e per l’Italia, utilizzava in moltissimi suoi dipinti. Il più famoso, rappresentato come un intricatissimo intreccio di rami e fogliame, si trova affrescato sul soffitto della Sala delle Asse al Castello Sforzesco.
Molti studiosi si sono interrogati sul significato di tali decorazioni, arrivando perfino ad associare significati esoterici e di potere, quali la doppia voluta del simbolo dell’infinito e della vittoria.

Le volute del nodo, inoltre, ricordano nettamente le tracce lasciate dai pattini sul ghiaccio durante una trottola, così come le tracce invisibili dei gesti aggraziati dell’atleta mentre fende l’aria durante il suo esercizio.

Lo sviluppo del nodo nel cerchio riporta a un mondo di ghiaccio azzurro su cui pattina l’atleta: è rosso come il fuoco della passione che alimenta la sua voglia di vincere.

Passione, grazia, bellezza e potenza sono intrinseche al pattinaggio di figura così come alla cultura italiana, per questo associare questi simboli è apparso come il percorso migliore per rappresentare una manifestazione di respiro internazionale come i Mondiali di Milano 2018.

Stemma dell’Accademia Vinciana Sala delle Asse – Castello Sforzesco, Milano